il mese migliore per vedere l'aurora boreale

Safaristi, che faticaccia! Da tempo volevo tuffarmi nei dati e capire quale fosse il mese migliore per vedere l’aurora boreale, ed eccomi qua con il sorprendere risultato!

Nella pianificazione di un Safari Boreale fatto a regola d’arte, scegliere il momento giusto per partire è importantissimo. Prima di tutto da un punto scientifico ovviamente: ricordate qual è la nostra missione? Massimizzare le probabilità di vedere l’aurora boreale! Di conseguenza partire nel periodo dove l’attività aurorale è più alta rientra nelle cose imprescindibili da fare.

Ovviamente poi la scelta del momento ha conseguenze più ampie che colpiscono diverse sfere della nostra vita. Sto parlando del budget, per esempio: diversi mesi hanno costi diversi in base alle ricorrenze che capitano proprio in quei giorni. Oppure posso pensare anche agli impegni che ognuno di noi ha come matrimoni, altre vacanze e ricorrenze particolari. Di sicuro, nell’organizzazione di un safari boreale la scelta del periodo è uno snodo cruciale e spesso doloroso.

Ma oggi non voglio parlare di matrimoni bensì fermarmi alla parte scientifica della scelta del mese migliore per vedere l’aurora boreale, che su questo blog ci interessa assai di più. Così a primo acchito senza neanche aver guardato i dati, cosa ci aspetteremmo di trovare?

In realtà, da un punto di vista scientifico non abbiamo prove e articoli che dicano che un mese sia più attivo che un altro. Questo mi porta ad aspettarmi un’attività media sostanzialmente equivalente tra i vari mesi. Ci sono certo certamente i cicli solari, ma impattano comunque tutti i mesi di uno stesso anno alla stessa maniera quindi il rapporto tra di loro non dovrebbe cambiare.

L’Analisi – I presupposti

Siete pronti? Stiamo per rispondere a uno dei quesiti posti più spesso in rete quando si parla di aurora: qual è il momento migliore per vedere l’aurora!

Partendo dai dati, il set è il solito gruppo di 8500 giorni analizzati tra il 1997 e il 2019, dei quali ho analizzato il Kp index medio giornaliero. Stiamo parlando sostanzialmente di due cicli solari completi. Nei risultati che seguono vedrete che alla fine ho preso in considerazione solo 6 mesi che vanno da ottobre a marzo. Ho scelto questi mesi perché sono quelli con ore di buio tali per cui si possa definire una notte in piena regola. Questo ovviamente viene estremizzato con dicembre e gennaio, dove si ha addirittura la notte artica.

Questo non vuole dire che agosto e aprile siano da scartare, però solitamente in quei mesi l’aurora si vede alle prime ore del mattino e raramente si presenta con intensità tale per cui valga la pena svegliarsi alle 3 di mattina. A meno che non siate fotografi professionisti (tra l’altro, che siate fotografi professionisti o no, date un’occhiata a queste incredibili foto di aurore ma non solo) e allora il contrasto tra la blue hour e l’aurora crea una composizione incredibile e imperdibile.

L’Analisi – Il risultato – pronti a scoprire qual e’ il mese migliore per vedere l’aurora boreale?

Detto ciò, ecco a voi il risultato dell’analisi!

il mese migliore per vedere l'aurora boreale
Prima di fiondarvi su ragionamenti ed elucubrazioni, fermatevi un secondo e guardate i dati da un punto di vista della big picture, come dicono in inglese. Ottobre e marzo i mesi più attivi con Kp index medio superiore del 10% verso la media dei sei mesi. Dicembre e gennaio mesi peggiori, soprattutto il primo dei due. Che ne pensate? In linea con quello che ci aspettavamo? Personalmente direi sì e no.

Perché sì: i dati non mostrano grandi differenze tra un mese e l’altro e sono abbastanza comparabili. Come avevamo detto, non ci aspettavamo differenze gigantesche e così è stato. Se poi contiamo che il Kp index è definito con numeri interi e quindi i decimali sono solo frutto della mia media aritmetica, quei dati sarebbero tutti 2.

Perché no: pur essendo nello stesso ordine di grandezza, c’è un importante 25% di differenza tra il valore più basso (dicembre) e quello più alto (ottobre) che può aiutare molto in fase di pianificazione del safari. Per esempio, usando la mappa linkata qua, se scelgo di partire a ottobre posso permettermi di scegliere una location un po’ più a sud rispetto a quella che sceglierei dovessi andare a dicembre dove l’attività media è più bassa. Ed andare più a sud potrebbe tramutarsi in voli e sistemazione più economici. Tante cose da considerare amici miei.

Tirando le somme – qual e’ il mese migliore per vedere l’aurora boreale?

Ottobre e marzo mesi migliori dunque. Così ha deciso la matematica, e non ha scelto neanche male! Questi due mesi infatti sono tattici, perché hanno già un notevole numero di ore di buio pur avendo ancora abbastanza luce per fare le più diverse attività. E per chi non ama il freddo estremo, sono anche i due mesi del lotto con le temperature più miti che non guasta mai.

L’unico neo delle temperature miti potrebbe essere una maggiore variabilità nel meteo e maggiori precipitazioni nevose rispetto ai mesi più freddi. Come dico sempre, controllate questi dettagli meteorologici prima di prenotare la vostra sistemazione.

Ora che sapete qual è il mese migliore per vedere l’aurora boreale, correte a organizzare e non esitate a tenermi aggiornato!

Io intanto vi aspetto su queste pagine per sapere se siete mai andati a caccia di aurora nei mesi descritti sopra e come vi siete trovati!

Share: