Nuorgam, dove si puo' vedere l’aurora dall’idromassaggio

Safaristi, volete andare in Lapponia ma non siete sicuri di che attivita’ potreste fare? Oppure semplicemente non siete semplicemente convinti che una delle terre piu’ belle del mondo possa fare al caso vostro? Questo articolo e’ per voi! Infatti, oggi parliamo di cosa fare in Lapponia e precisamente a Nuorgam!

Quando si parla di aurore boreali, Nuorgam è il fil rouge che, passando gli anni, rimane a collegare le mie avventure artiche e dalla quale tutto è cominciato. Se avessi un browser fatto apposta per le aurore, oltre al fatto che si chiamerebbe chiaramente SafariBoreali (piccolo battuta nerd per gli utenti del browser nativo di Apple), Nuorgam sarebbe il “sito” a cui il browser mi manderebbe dopo aver premuto il tasto Home.

Dove si trova Nuorgam

Situata sul confine settentrionale tra Finlandia e Norvegia e ufficialmente il punto più a nord dell’Unione Europea, Nuorgam è il paradiso dei “frontalieri” norvegesi che attraversano il confine per andare a fare la spesa nella ben più economica Finlandia. Questo spiega anche perché, in un posto di forse 100 abitanti, ci sono due supermercati piuttosto ben forniti.

Nuorgam, dove si puo' vedere l’aurora dall’idromassaggio

La targa che ricorda e certifica la posizione di Nuorgam

Nuorgam, dove si puo' vedere l’aurora dall’idromassaggio

La posizione di Nuorgam sulla mappa

Proprio perché preferisco parlare delle sensazioni e delle vibrazioni che un posto trasmette rispetto alle aride nozioni da guida turistica, il supermercato di Nuorgam è un ottimo posto da cui cominciare questa immersione artica. Anzi, partirei addirittura dal suo parcheggio: file sparute di auto lasciate in moto dai proprietari per non raffreddarsi si affiancano a motoslitte dal design avveniristico. Per qualche strana ragione scendere dall’auto ancora accesa e allontanarsi senza portare le chiavi con sé ha un feeling tanto assurdo quanto liberatorio.

Una volta entrati, tre reparti per noi inusuali catturano il mio occhio: il reparto tende da campeggio, quello del salmone in tutte le sue forme e ricette e per finire quello caccia e pesca, che vende una varietà incredibile di articoli che va dalle cinture per fissare i mantelli in ricamato Sami a dei coltelli da caccia lunghi probabilmente 50 centimetri. Non c’è dubbio che le priorità e i bisogni della gente del luogo siano diversi dai nostri e questo “museo di antropologia moderna” che prende il nome di supermercato ce lo dice a chiare lettere.

Cosa fare in Lapponia

A parte la spesa, a Nuorgam e in generale in Lapponia ci sono un sacco di cose da fare, se sapete dove trovarle e soprattutto avete una buona resistenza al freddo! Partendo dal freddo, Nuorgam si trova nella valle del fiume Tana, uno dei più importanti fiumi al mondo per la pesca al salmone, sport preferito dalla popolazione locale nei corti e umidi mesi estivi. Per un villaggio situato oltre al circolo polare artico, l’essere in una valle non è un dettaglio secondario: l’aria fredda, pesante, scivola dentro la valle mentre quella calda, più leggera, si alza lontano dal suolo. In poche parole, a Nuorgam fa più freddo della media della zona con temperature intorno a -20 gradi di media durante l’inverno (il mio “record” personale è stato di -39.6 gradi Celsius).

La ciaspolata artica

Il “piccolo” dettaglio della temperatura media non frena però noi safaristi boreali, che non abbiamo un momento da perdere e vogliamo sfruttare al massimo il tempo a disposizione. Una delle esperienze più belle ed economiche da fare (è gratis) è passeggiare con le ciaspole (o racchette da neve) nella tundra lappone. Dove sapere che Nuorgam confina con un parco naturale dal nome impronunciabile ma comunemente conosciuto come wilderness, indicando sostanzialmente la natura selvaggia dell’area fatta di tundra e laghi.

In questo parco ci sono numerosi percorsi di trekking che d’inverno possono essere percorsi proprio con le ciaspole. L’organizzazione lappone è tale che ogni pochi Km si può trovare una piccola costruzione a forma di tenda indiana dove ci si può riparare e che è fornita di stufa, legna e addirittura pentolame. Vi assicuro che una ciaspolata di un’oretta nella tundra artica al tramonto è qualcosa di magico nonostante il freddo (che fa comunque parte dell’esperienza a mio avviso).

Le gite in motoslitta

Sempre in tema di freddo, è molto affascinante anche un giro nella tundra in motoslitta. Sia per il paesaggio, di cui abbiamo già detto, sia per la possibilità di guidare una motoslitta nel suo habitat naturale. Premetto che nella mia vita non sono mai salito su una moto/motorino senza sfracellarmi al suolo 50 metri dopo e quindi non sono un esperto, ma mi aspettavo un’esperienza diversa. Guidare una motoslitta è davvero qualcosa di molto fisico, dove il corpo si usa non solo per curvare ma anche per bilanciare il mezzo. Dovessi fare un paragone, direi che dal punto di vista della guida una motoslitta è un ibrido tra un quad e una moto da strada ed è un’ottima fonte di divertimento sia per ragazzi (ho sfogato il Fast&Furious che c’è in me) che per ragazze.

Nuorgam, dove si puo' vedere l’aurora dall’idromassaggio

Una delle capanne a forma di tepee disponibili sui percorsi di trekking al tramonto

I giri in slitta trainati dagli husky!

Se i motori non fanno per voi, l’ottima alternativa è una gita in slitta trainata dagli husky, sempre in cima alla lista di cose da fare in Lapponia! Intorno a Nuorgam ci sono molte fattorie che allevano husky per farli gareggiare in competizioni e che sono felici di far fare ai propri cani un po’ di allenamento extra con voi. Ammetto che le prime volte ho sempre avuto pensieri sweet & sour al pensiero di sfruttare questi bellissimi e tenerissimi animali.

Parlando con i proprietari delle fattorie e con persone locali ho scoperto però che quei pochi kilometri macinati con loro non sono niente se comparati ai loro allenamenti più intensi (si parla di 120 Km al giorno durante la preparazione delle gare più importanti). Oltre alle parole, che ovviamente potrebbero non dire solo la verità e nient’altro che la verità, per me sono i fatti che devono parlare: gli animali mi sembrano tenuti in ottime condizioni, pieni di energia e super contenti di farsi pacioccare.

Addirittura in certe fattorie mi è capito di dover mettere insieme la mia muta di cani, quindi prenderli uno ad uno, infilargli l’imbragatura e attaccarli alla slitta. È molto affascinante vedere come sono in grado di collaborare ed è impressionate vedere la differenza di personalità tra i cani, per esempio tra un cane leader (quindi quello in prima posizione nella muta) e un corridore (che si occupa solo di “spingere”).

E infine, tocca proprio a lei!

Finita la rassegna delle attività da fare nella tundra, è tempo che vi parli di un dettaglio che ho tralasciato in precedenza. Vi ricordate la storia dell’aria fredda? Molto bene. Una delle conseguenze dell’aria fredda è quella di non essere in grado di assorbire vapore acqueo, rendendo l’aria fredda generalmente molto asciutta. E aria asciutta significa cielo generalmente terso, per la mancanza di “materia prima” che compone le nuvole (il vapore acqueo appunto). Sapete già dove sto andando a parare, vero? 😛

E se aggiungessi che Nuorgam si trova ad una latitudine tale (70 gradi nord) per cui basta una minimo vento solare per vedere l’aurora? Insomma, ormai l’avrete capito: Nuorgam è uno dei posti al mondo con più alta probabilità di vedere l’aurora e in 3 anni non mi ha mai tradito. Una garanzia, sostanzialmente. Certamente non si assisterà a una tempesta solare ogni giorno, ma le probabilità di vedere almeno un minimo di aurora sono molto alte.

Nuorgam, dove si puo' vedere l’aurora dall’idromassaggio

Aurora boreale a Nuorgam

Concludendo…

Se siete arrivati a leggere fino a questo punto, probabilmente siete tra quelli che si sono chiesti il motivo per cui volessi dedicare un post intero a un villaggio sconosciuto nell’artico di nome Nuorgam, e ora spero sia più chiaro: ci sono davvero tante cose da fare in Lapponia! Per me è davvero un posto incredibile, nel quale ritorno ogni anno e che puntualmente sale ogni anno sul podio delle esperienze fatte!

Per organizzare le attività di cui ho parlato avete varie opzioni: la ciaspolata per esempio potete farla da soli se ve la sentite (le mappe si possono scaricare da internet) oppure ci sono alcune agenzie che possono aiutarvi. Io personalmente mi appoggio a Hannu, il mio punto di riferimento locale. Lui può fornirvi l’interno pacchetto come sistemazione (guardate questa che roba! Già prenotata per il prossimo anno, vedere l’aurora immersi in una jacuzzi non ha eguali!), attività ma anche l’affitto di ciaspole e vestiario adeguato come mantelli e stivali adatti alla temperatura rigida. A prescindere da quello, posso sicuramente dire che Hannu avrà cura di voi in ogni frangente, è assolutamente fantastico. Questo il link per il suo sito dove potete trovare tutte le info e prenotare (ma fatemi sapere prima, posso provare a mettere una buona parola! 😉 ).

Insomma, come potete vedere cose da fare in Lapponia ne avete a valanga! Anzi, scommetto che alla fine ne dovrete saltare qualcuna! Fatemi sapere che ne pensate del post e mi raccomando, mandatelo a chi tra i vostri amici sta per partire!

Share: