Il Circolo d’Oro in Islanda: dall’apertura di Safari Boreali nell’ormai lontano giugno, queste parole stazionano ormai stabilmente in cima alla lista delle parole più ricercate dai miei amati safaristi. Sarà che il turismo in Islanda sta esplodendo come uno dei tanti vulcani che potete trovare sull’isola o forse che è l’unico itinerario turistico dal nome facile, ma l’interesse dietro questo breve tour è davvero alto. Vale quindi la pena tornare sull’argomento (qui il post originale) ed espanderlo, ed è proprio l’obiettivo di oggi.

Dopo aver discusso il giro classico Geysir-Gullfoss-Þingvellir in questo post, oggi voglio parlare del Circolo d’Oro alternativo, ovvero attrazioni a portata di Circolo d’Oro che però non sono incluse nel giro tradizionale. In tutta onestà, oserei quasi dire che per quanto mi riguarda alcune delle attrazioni alternative sono anche meglio delle “originali”.

Partiamo con il nostro itinerario del Circolo d’Oro ribelle quindi, sottolineando una cosa da tenere in considerazione: non tutte le attrazioni di cui parleremo sono necessariamente sulla strada canonica. Per alcune di esse bisognerà contare quindi ore di viaggio in più e forse secondo me anche considerare una notte extra passata lungo il cammino. Vi eviterà stress aggiuntivo dandovi più tempo per gustare le meraviglie che offre l’Islanda.

Seljalandsfoss/Gljufrabui

Il Circolo d'Oro - 3 tappe da fare in aggiunta

La cascata di Seljalandsfoss

“No, altre cascate no!” direte voi! Ebbene sì, ribatterò io, ma vi assicuro che questa accoppiata di meraviglie a neanche due ore da Reykjavik è qualcosa di fuori dal mondo.

Seljalandsfoss è una cascata di 60 metri con una particolarità non comune anche per l’Islanda: si può comodamente passeggiarci dietro! A patto però di avere delle buone scarpe da trekking ed essere pronti a bagnarsi un pelino!

La vista da dentro la cascata è una favola, con lo sguardo che nei giorni soleggiati può arrivare fino al mare. Tra tutte le cascate rimane anche tra le più facili da raggiungere con il parcheggio situato a pochi metri.

Una volta fatto il giro e scattata qualche foto vi supplico di percorrere un sentierino di 500 metri che vi porta dritti fino a Gljufrabui: non ne rimarrete delusi!

Il Circolo d'Oro - 3 tappe da fare in aggiunta

La cascata di Gljufrabui

Sebbene parzialmente offuscata dalla vicina sorella Seljalandsfoss in termini di popolarità, Gljufrabui è uno di quei posti che non dimenticherete. Passato un piccolo canyon di forse 50 metri dove dovrete zompettare da un sasso all’altro cercando di bagnarvi il meno possibile, emergerete in una sorta di grotta dentro la montagna nella quale finisce una piccola cascata. E lì resterete totalmente meravigliati! L’acqua, la penombra, la piccola cavità. Tutto contribuisce a rendere l’atmosfera di questo posto unica e indescrivibile. Emozionante davvero, uno di quei momenti in cui vorresti che il tempo si fermasse. L’Islanda nella sua forma migliore, e se riuscite ad andarci in un momento dove ci sono pochi turisti in giro sarà ancora più magico!

Kerid

Il Circolo d'Oro - 3 tappe da fare in aggiunta

By Scoundrelgeo – Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=52027335

Sempre nel contesto di vedere il Circolo d’Oro come una degustazione di quello che si può trovare girando l’Islanda in lungo e in largo, Kerid è un perfetto esempio in miniatura di quello che in altri parti si trova a “grandezza naturale”: un lago dentro a un cratere.

Se avete tempo e modo di vedere i suoi fratelli maggiori (come i laghi sulle Highlands o anche solo Viti vicino a Myvatn), allora vi consiglierei di passare a vedere Kerid solo se avete tempo. Se invece di tempo siete a corto e il Circolo d’Oro è tutto quello che potete fare, allora decisamente andateci!

Il cratere di per sé comunque è bellino, con colori che svariano dal bordeux al verde accesso nei giorni soleggiati e che spesso contrastano con il blu acceso delle acque del lago. L’accesso al sito costa sotto i 5 Euro e da’ modo di passeggiare intorno al cratere e nel parco circostante.

Detto ciò, non ritengo Kerid un’attrazione di Serie B come potrebbe sembrare leggendo queste righe. Fosse in una qualsiasi altra parte del mondo sarebbe una cosa super. Semplicemente in Islanda ce ne sono molte simili e come detto consiglierei Kerid solo in un determinato contesto.

Secret Lagoon di Fludir

Non si può andare in Islanda senza godere degli incredibili bagni termali che si trovano un po’ ovunque sull’isola, e quindi l’ultima attrazione del mio Circolo d’Oro ribelle è proprio una spa!

Sto parlando della Secret Lagoon di Fludir, che risulta anche essere il complesso termale più antico dell’isola!

A soli 20 minuti da Geysir, la Secret Lagoon è un’ottima alternativa alla mega inflazionata Blue Lagoon e secondo me può servire perfettamente da spartiacque se si vuole fare un Circolo d’Oro da due giorni. Cosa c’è più rilassante di un bagno a fine giornata per ripartire rinfrescati la mattina dopo?

Uno dei grandi vantaggi di questo complesso termale è che rappresenta un buon punto d’incontro tra i bagni più sofisticati e grandi (come la suddetta Blue Lagoon o i bagni a Myvatn) e quei piccoli bagni locali senza infrastrutture (sostanzialmente delle pozze di acqua calda) che si trovano sparsi sul territorio.

Infatti uno dei punti di forza di questa lagoon è proprio quella di aver provato a mantenere uno stile autentico pur senza rinunciare al comfort per i propri ospiti.

Conclusione – Circolo d’Oro, con qualche carato in più

Eccoci qua alla fine del nostro Circolo d’Oro alternativo. Con queste tre aggiunte credo davvero di aver plasmato quello che si può descrivere come il giro express più completo, adattissimo a chi ha per esempio solo 2 o 3 giorni disponibili.

Certo si può ancora espandere volendo, aggiungendo per esempio Vik, la spiaggia nera e il promontorio di Dyrhólaey, ma questo vorrebbe dire aggiungere ancora altre ore di viaggio. Se lo fate, e ve lo raccomando, scegliete orari lontani dai normali flussi turistici. Vivrete un’esperienza totalmente diversa.

Voi siete mai stati in queste tappe addizionali? Siete d’accordo col considerarle un’ottima aggiunta? Soprattutto su Kerid, sono davvero curioso di sentire il vostro parere! E non dimenticate di mandare/condividere il post ai vostri amici che stanno pianificando un viaggio verso l’Islanda!

Share: